IL SISTEMA NERVOSO

FUNZIONE

La funzione essenziale del sistema nervoso consiste nel percepire e modulare gli stimoli del nostro corpo e dall’ambiente, elaborarli e produrre le risposte più adeguate alla sopravvivenza dell’organismo e alla relazione con ciò che ci circonda.

Parte di queste risposte avvengono in modo costante e indipendente dalla volontà (per es. la termoregolazione), altre avvengono in modo semi-indipendente (per es. la respirazione), altre sono continuamente controllate dalla volontà (per es. la motricità).

sistema-nervoso

shutterstock_135034796

FISIOLOGIA

Il sistema nervoso è costituito dal sistema nervoso centrale (SNC) e dal sistema nervoso
periferico (SNP) che a sua volta viene suddiviso in somatico ed autonomo o vegetativo.

Sistema nervoso centrale (SNC)

Costituito da encefalo e midollo spinale.

  • l’encefalo, racchiuso nelle scatola cranica, è a grandi linee suddiviso in una zona centrale dove si trova la sostanza bianca così definita per la presenza di mielina (sostanza chiara che avvolge i prolungamenti delle cellule nervose chiamati assoni) e una esterna definita zona grigia o corteccia cerebrale;
  • il midollo spinale è protetto nella colonna vertebrale. Grazie ai nervi spinali, il midollo spinale riceve stimoli ambientali, li trasmette alla corteccia cerebrale, per poi ritrasmetterli nuovamente alla periferia. Questo meccanismo di botta e risposta delle informazioni, pervenute dall’esterno ed elaborate a livello centrale, ci permette di interagire adeguatamente con l’ambiente che ci circonda. Noi abbiamo 31 paia di nervi spinali: 8 cervicali, 12 toracici, 5 lombari, 5 sacrali e 1 paio di nervi coccigei.

SISTEMA NERVOSO PERIFERICO (SNP)

Il SNP è costituito da tutto il tessuto nervoso che si trova al di fuori del SNC. Svolge principalmente il compito di trasmettere le informazioni in ingresso od in uscita dal nostro organismo attraverso fasci di conduzione o fibre nervose. Il sistema nervoso periferico è costituito dai nervi periferici che collegano il SNC al resto del corpo, muscoli, organi di senso e visceri compresi.

All’interno dei nervi periferici si trovano dei prolungamenti (detti assoni) dei neuroni sensoriali che trasmettono al SNC l’informazione sensoriale proveniente da tutte le parti del corpo. I nervi periferici contengono anche gli assoni dei neuroni motori che trasmettono i segnali dal SNC agli organi e ai muscoli. La porzione motoria del SNP può essere suddivisa in:

  • somatica: responsabile delle risposte indotte dalla nostra volontà. È composto da fibre nervose periferiche che inviano informazioni di tipo “tattile”, sensitivo dal SNC ai muscoli;
  • autonoma o vegetativa: responsabile delle risposte involontarie, è formato da nervi che regolano la muscolatura liscia dei visceri, delle ghiandole, dei vasi sanguigni e le funzioni del corpo quali la termoregolazione, il ritmo cardiaco, la pressione sanguigna ecc. Si compone di due parti: il simpatico e il parasimpatico, che sono a volte antagonisti, in quanto l’uno stimola e l’altro frena la funzione di un organo, a volte agonisti nelle loro azioni.

IL NERVO

Il termine “nervi” viene comunemente usato per identificare una qualsiasi e generica struttura riconducibile al sistema nervoso. In realtà i nervi sono strutture anatomiche molto ben organizzate del SNP costituite da un “raggruppamento” di una parte delle cellule nervose denominata assone. Questi assembramenti formano veri e propri fasci di fibre nervose che, sostanzialmente, rappresentano la via di comunicazione che mette in relazione il nostro organismo con l’ambiente esterno. Messaggi di sensibilità, dolore, movimento, posizione nello spazio ed altri ancora sono informazioni che noi costantemente percepiamo grazie ai nervi.

nervo

disegno-neurone

I NEURONI

Visto al microscopio, il tessuto nervoso è costituito da tante unità cellulari dette neuroni deputate alla produzione e spostamento di segnali attraverso delle molecole chiamate neurotrasmettitori. È stato calcolato che il nostro cervello contiene circa 100 miliardi di neuroni.

La struttura di un neurone la si può sommariamente scomporre in:

  • corpo centrale la “centralina” della cellula, dove sono presenti le informazioni genetiche racchiuse nel nucleo.
  • assone lungo ed unico prolungamento. Deputato alla trasmissione delle informazioni dal SNC verso la periferia (detto anche efferente). L’ultimo tratto dell’assone spesso presenta delle ramificazioni terminali che mettono in contatto fra loro le cellule del sistema nervoso attraverso i cosiddetti bottoni di contatto o sinapsi Le ramificazioni terminali hanno la funzione di propagare la medesima informazione “a cascata” a più neuroni adiacenti. Per favorire una buona conduzione nervosa, gli assoni sono avvolti da una guaina mielinica, un manicotto lamellare isolante e protettivo con la funzione di aumentare la velocità di conduzione degli impulsi. Gli assoni con mielina si trovano generalmente a livello nei nervi periferici (neuroni motori e sensitivi), mentre quelli privi di mielina si trovano nella corteccia cerebrale del SNC;
  • dendriti più prolungamenti costituiti da sottili ramificazioni. Svolgono il compito di ricevere le informazioni in entrata (afferenti) e quindi sono deputati alla conduzione degli stimoli dalla periferia verso il centro.

Le cellule nervose hanno anche la particolarità di avere un elevato metabolismo energetico a causa delle sproporzionate dimensione dei prolungamenti rispetto al corpo centrale. Questo aspetto determina un maggior consumo di energia con lo svantaggio di rappresentare un “pasto” molto appetibile alla “voracità” dei radicali liberi.