Acido docosaesaenoico (o DHA)

È un acido grasso polinsaturo essenziale della serie Omega-3 (l’organismo può ricavare il DHA dalla trasformazione dell’acido alfa-linolenico, ma questa conversione è molto meno efficiente rispetto all’assorbimento di DHA dalla dieta).

La maggior parte del DHA è presente nei pesci che vivono nelle fredde acque del nord. Infatti, abbonda nei prodotti di mare come: olii a base di pesce, caviale, salmone, acciughe, tonno e aringa.

dha

shutterstock_127717733

Funzioni

Il DHA è un componente importante delle membrane cellulari. Per questo contribuisce a garantire una corretta permeabilità e funzionalità della membrana cellulare soprattutto a livello del sistema nervoso e cardiaco.

Inoltre contribuisce:

  • alla normale funzione cerebrale e visiva (l’effetto benefico si ottiene con l’assunzione giornaliera di 250 mg di DHA)
  • alla normale funzione cardiaca (l’effetto benefico si ottiene con l’assunzione giornaliera di 250 mg di EPA e di DHA)
  • in gravidanza e allattamento al normale sviluppo cerebrale e visivo del feto e dei lattanti allattati al seno (Questo effetto benefico è ottenuto con un’assunzione giornaliera di 200 mg di DHA in aggiunta alla dose giornaliera consigliata di acidi grassi omega-3 nell’adulto, che è pari a: 250 mg di DHA e EPA.)